La vita è jazz

02.01.2021

Bilanci di fine anno eccetera mi hanno tirato fuori questa canzone che si chiama "È jazz".

Lo spunto viene da un aneddoto di Herbie Hancock, che raccontava di aver preso una stecca durante un concerto. Mentre se ne stava pietrificato dalla vergogna davanti al piano, incapace di proseguire e di reagire a quella nota inattesa, ecco che sente la tromba di Miles suonare una nota che, come per magia, trasforma il suo errore in qualcosa di giusto.

Da questo evento Hancock trasse un insegnamento: nella vita accadono cose, tutto si muove e non in base a ciò che ci aspettiamo che accada; la vita è "ascoltare" come nel jazz e "reagire" a ciò che accade, mettendoci la nostra firma.

 Aggiungo una ulteriore considerazione: non utilizziamo come sinonimi “giusto” e “desiderato”: se le cose andassero sempre come speriamo, saremmo perfettamente inutili, così come lo sarebbe il fuoco nel camino ad agosto.

https://fb.watch/2M8SfrOVgd/

comments powered by Disqus